La Biro Verde

Essenzialmente non serve a nessuno…

Archivi per il mese di “ottobre, 2015”

Tale padre, tale figlio, tale cane.

Opla!
Buonasera.

Ieri pomeriggio mi sono ritagliato un angolo di tempo per stare con i due “grandi” di casa, lasciando la mamma con Samuele.
L’occasione è sorta per via del fatto che Simone, all’asilo, le scarpe le da in pasto ai ratti, evidentemente.
Quindi siamo saliti in macchina e volati al vicino negozio di scarpe.

Beh, cosa c’è di tanto speciale?
Lascio parlare la foto:

20151026_181747

Non sono proprio identiche identiche, ma molto simili… E per Simo comunque (pieno di entusiasmo per avere le scarpe come il papone) sono UGUALI.

Alessia? Per lei delle ballerine nere da mettere con alcuni vestiti nuovi.
Ora non ho la foto, ma era tutta contenta perchè la commessa le ha regalato assieme alle scarpe una piccola trousse di trucchi (da bimba).
La più felice del mondo!

Vi starete chiedendo. E il cane?
Beh, anche stavolta lascio parlare le immagini…

20151026_201322

Mi sono allontanato un attimo dalla cucina, ed eccolo bello pacifico sulla mia sedia con uno sguardo che dice “Problemi? PROBLEMI??”

A casa! Siamo a casa!!

Beh, non oggi… Siamo arrivati a casa lunedì 19 ottobre.

Che dire di quel lunedì?
Beh, sicuramente una delle giornate più lunghe di sempre, consumata nell’attesa di un responso pediatrico che, pesante come una stella nana bianca, distorceva lo spazio-tempo facendoci vivere in attimi eterni, diluiti, immobili…
Ma per parafrasare un noto film di fantascenza che recita “tutto ciò che ha un inizio ha anche una fine”, alle 16 finalmente il responso è arrivato e ha portato le sperate buone notizie.
L’ultima pappa in ospedale e, dopo i preparativi…

20151019_170942

IMG-20151019-WA0004

… siamo finalmente saliti in auto in direzione CASA.

Weekend in ospedale

Si procede dritti dritti verso lunedì, verso la prossima tappa di questo calvario che ormai sta portando la Miky ad essere stanca.

Facciamo un passo indietro.
Alessia e Simone sono raffreddati e non possiamo portali quindi in ospedale.
Restano a casa, lontani dalla mamma.
Per ora va tutto bene, coccolati dai nonni e dagli zii.
La mamma invece ne soffre un poco, per non dire tanto. La mancanza e la lontananza si sentono.
La famiglia è frastagliata e disorientata. Bisogna essere NELLA situazione per capire appieno le sensazioni provate, inutili le parole di amici e colleghi.

Questi ultimi giorni sono stati abbastanza pesantucci per tutti, in primis per Michela che ha dato sfogo a qualche crisi “isterica” ed altre di pianti.
Io incasso il colpo ma sono preoccupato per lei. Di salute sta bene, ma psicologicamente è un po’ a terra.
Alessia e Simone sono sconquassati, ieri notte il gemello ha vomitato un po’, probabilmente per tutto questo sballottare… boh…
Io? Ammetto di aver avuto un piccolo crollo emotivo venerdì nell’apprendere che la permanenza in ospedale si protraeva per altri 3 giorni.
Un deja-vu risalente a 5 anni fa mi è balenato in mente.

Persino Paco è strano… nelle poche ore in cui sono a casa cerca molto le coccole…

Vabbè dai, basta lamentarsi e piagnucolare…
Ecco qui qualche scatto rubato a questo pazzo weekend:

Quinto giorno di Samuele.

Alcune notizie buone e alcune… un po’ meno buone.
Cominciamo con le meno buone?

Samuele non esce domani dall’ospedale. Niente dimissioni per lui e per la mamma.
Eh si, siamo ancora li.
Purtroppo i valori dell’infezione non sono scesi a sufficienza.
Tutto rimandato a lunedì.

Quella buona è che finalmente pare che Miky cominci ad allattare al seno.
Per ora solo colostro, ma siamo sicuri che poi il latte arrivi.

Eccolo qui, oggi!

_MG_3812

Quarto giorno di Samuele

Svegliarsi la mattina trovando su WhatsApp un video del genere:

Non può che indirizzare tutta la giornata verso la più totale positività e armonia.
Una medaglia al merito a Miky che alle disumane ore 5:38 si trovava sveglia con Samuele!
A mezzogiorno ci siamo resi conto che i vestitini “ZERO MESI” sono totalmente inutilizzabili, dato che gli sono piccolissimi.
Con Alessia e Simone accadde l’inverso. Prendemmo tonnellate di vestiti “0-3 mesi” e alla nascita si dovette correre a comprare gli “ZERO MESI”…
Già, è proprio vero… la vita è una gran spiritosona.

Domani ci sarà il responso sul ciclo di antibiotico… speriamo sia andato bene e che finalmente i due degenti possano venire a casa.

Alessia e Simone sono cotti, loro sentono molto di più questi cambiamenti profondi nella routine e la distanza di me e mamma da loro.
io li vedo si e no 1 ora al giorno e la mamma pure.
Difficile descrivere quanto mi manchino, quanto mi manchi la mia famiglia sotto questo stesso tetto.
Stasera tuttavia li ho fatti divertire un attimo cambiando la routine.
Invece di giungere in ospedale in auto, ho parcheggiato in zona Villaggio Prealpino e siamo poi giunti fino all’ospedale in METROPOLITANA.
Inutile dire (nonostante non sia la prima volta che ci salgono) che erano ECCITATI come la notte di S. Lucia.

Ma ecco qui qualche scatto di Samuele al suo IV giorno di vita.

A domani e incrociamo le dita per Samu!!!

Terzo giorno di Samuele.

Ancora in ospedale.
Sta bene, calo fisiologico di circa 2 etti e mezzo.
Ieri mi sono dimenticato di citare che Alessia e Simone si sono presentati dal fratellino con queste “medaglie” fatte all’asilo:

_MG_3796

Oggi a mezzogiorno ho dato la pappa per la prima volta al piccolo… due dosi da 20 ml di latte si è tritato in tre minuti scarsi.
Aveva una fame…
Poi, dopo il ruttino, si è addormentato beato.

_MG_3793

Buonanotte Samu e Miky.
Ad Ale, Simo, papà e Paco mancate tanto tanto.

Secondo giorno con Samuele

Samuele purtroppo deve fare qualche giorno di antibiotici per una forma infettiva che la mamma gli ha passato durante il parto.
Ha sicuramente un nome più tecnico, ma anche se lo scrivo sono sicuro che tra 10 minuti ve lo siete dimenticato come me.

Stamattina sono sceso per la registrazione del bimbo, ma soprattutto per stare un poco con Samuele e la mamma.
Sono arrivato giusto in tempo, la mamma lo aveva appena cambiato ed era sveglio.
Me lo sono coccolato!

Stasera invece anche Alessia e Simone hanno conosciuto il nuovo fratellino.
Ale ha mostrato più entusiasmo, Simo era comunque molto contento ma era impegnato a fare lo stupidino con gli ospiti… Questi maschietti…
Samu mi raccomando… prendi la dolcezza di tua sorella e la voglia di ridere di tuo fratello!!! Lascia perdere i capricci dell’una e lo scimmiottare dell’altro!!!

Ecco qualche scatto del pargolo…

E la mamma?
Sta bene… Sta bene.
Esperienza totalmente diversa da quella del 2010 coi gemelli.
Qualche lacrima singhiozzante l’ha lasciata sfogare nel vedere i suoi gemellini…
Ora loro dormono pacifici e sereni, ed è il caso che vada a dormire anche io.

Ah…
Paco….
Stasera ho portato a casa un cambio di Samuele per farglielo annusare ed abituarsi al nuovo odore… robe di cani!

A domani.
(E ho fatto anche la rima!)

Forse che forse… Si… BENVENUTO SAMUELE!!

(Articolo scritto in tempo reale usando lo smartphone)

Almanacco.
12 ottobre 2010: termine fissato a suo tempo per il cesareo per la nascita di Alessia e Simone.

12 ottobre 2015: In pronto soccorso ostetrico ginecologico… Miky ha le contrazioni e probabilmente arriva Samuele

E io sono qui…

image

In una vuota sala d’attesa…
Miky è dentro in osservazione.

image

Ore 9:08.

Terrò questo articolo aggiornato sugli sviluppi della giornata.

———————
Ore 9:40.
Oggi c’è il sole, il clima è gradevole per essere metà ottobre. Un giorno ideale per nascere.
Sono ancora in sala d’attesa del pronto soccorso.
———————
Ore 10:50
Miky è ricoverata.
Dopo una gita nel labirintico dungeons dell’ospedale, dalla scala 1 alla 10 (praticamente dalla scala sud alla nord), per la registrazione all’accettazione amministrativa:

image
e dopo essere sceso nel parcheggio per prendere la borsa della partoriente, rieccomi qui ad attendere…. qualcosa…. su una scomoda sedia di metallo.
Miky giace al sesto piano della scala 1, stanza 8, letto B.
——————-
Ore 11:20
Si entra in sala parto…
Monitoraggi….
——————–
Ore 16:30.
In travaglio
Dai….
—————
19:28
È nato!!!!!!!!

Adesso sono troppo stanco per raccontarvi qualcosa. La mente si appanna dopo una giornata del genere.
Sono più che felice.
Dico solo che mi sono coccolato il piccolo per quasi un’ora abbondante.

Termini e tagli.

Oggi Miky ha il termine per Samuele.
9 mesi di attesa e tutto è sospeso in un limbo senza spazio e tempo.
Se il bimbo non nasce, domani mattina scendiamo comunque in ospedale per la visita programmata.

Miky sta bene. Abbastanza bene diciamo.
Io sono un po’ agitato. Credo il giusto.

Cambiando discorso, ieri Paco (il nostro cane) ha subito un intervento di sterilizzazione perché stava diventando insopportabile per tutte le monte di dominanza con Alessia, donne sconosciute e tutti gli altri cani.

E’ ancora un po’ stordito dall’anestesia, ma le analisi del sangue lo descrivono come un cane forte e sano.

Navigazione articolo