La Biro Verde

Essenzialmente non serve a nessuno…

Etilometro in auto: se sei ubriaco, non si accende!

Le spedizioni punitive che il nostro governo adotta verso chi si mette al volante ubriaco sono a dir poco eccessive e di stampo medievale.
E’ ora di finirla col punire solo chi viene colto sul fatto, magari quelle persone che per una birra con gli amici si vedono ritirata la patente con l’obbligo di frequentare incontri collettivi con uno psicologo… Cose deliranti!

Certo, non bisognerebbe MAI mettersi al volante quando si è alticci: questo ragionamento più valere per la maggior parte dei “veterani”, ossia per quelli che di strada ne hanno fatta e si rendono conto di quanto possa essere mortalmente pericolosa una vettura, se usata senza criterio!

Siamo però nell’era dell’elettronica.
E sull’auto abbiamo di tutto: Climatizzatori automatici multizonali, Navigatori, Tergicristalli Intelligenti, Controllo della Trazione, 10 air-bag, connessione i-pod, Sensori di parcheggio, Videocamere, Bluetooth ecc. ecc.

E allora perchè non sfruttare la tecnologia moderna per risolvere il problema della guida in stato di ebrezza, o meglio, degli incidenti causati?

Bhe, c’è gia!

Lo ha sviluppato la Volvo, da sempre all’avanguardia in sistemi di sicurezza.

Si chiama ALCOGUARD.Ma come funziona? Prima che l’automobile venga avviata, l’automobilista deve soffiare all’interno di una unità senza fili, delle dimensioni di un piccolo telecomando. Questa è collocata in uno spazio dietro alla console centrale di guida, dove viene anche ricaricata. Dopo l’analisi dello stato dell’automobilista, il dispositivo trasmette (via onde radio) i risultati al controllo elettronico dell’auto.

Se il limite di alcol nel sangue, pari a 0.2 g/l (limite svedese), viene superato, il motore non si avvia. Il sistema Alcoguard non può inoltre essere eluso attraverso dispositivi ad aria, quali piccole pompe. I risultati ”dell’etilometro da auto” sono infine visibili attraverso tre led posizionati sull’unità mobile: Verde: 0.0 – 0.1 g/l alcol, il motore dell’auto si accende; Giallo: 0.1 – 0.2 g/l alcol, l’auto si accende, ma l’automobilista non dovrebbe guidare; Rosso: più di 0.2 g/l alcol, il motore dell’auto non si accende.

Qualcuno potrebbe dire: “OK, faccio soffiare al mio amico sobrio e così posso guidare…”
Certo, certo… contiuiamo a fare i furboni, noi italiani… anzi… se dopo che l’etilometro che hai nell’auto ti dice che NON DEVI GUIDARE e tu lo eludi, fregandotente altamente, allora non sei furbo, sei SCEMO.

Questa è una soluzione, non ritare patenti, multe, alcolisti anonimi, disagi vari per un caffè corretto.
Ma fintanto che saremo governati da vecchi incartapecoriti che non guardano il futuro, ma il passato, non potremo godere di queste vere chicche tecnologiche che salvano DAVVERO vite.

Certo… c’è anche il discorso che questo sistema di multe e ritiri di patenti e di psicologi fa girare un sacco di soldi nelle tasche dei soliti noti…
W l’Italia!

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: